INIZIO  
Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. (Giovanni 3.16)                                           In verità, in verità vi dico: L'ora viene, anzi è venuta, che i morti udranno la voce del Figlio di Dio, e coloro che l'avranno udita vivranno. (Giovanni 5.25)                                           conoscerete la verità e la verità vi farà liberi. (Giovanni 8.32)                                           Gesú gli disse: Io sono la via, la verita e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. (Giovanni 14.6)                                           Gesú rispose a gli disse Se uno mi ama, osserverá la mia parola; e il Padre mio l`amerá, e noi verremo a lui e faremo dimora presso di lui. (Giovanni 14.23)                                          
MOTIVO PER OSSERVARE IL SABATO E LA LEGGE
Pr. Evandro A. Ferreira
Ref: Bibbia La Nuava Diodati - Revisione 1991    Edizione LA BUONA NOVELLA-BRINDISI
“Era il giorno della preparazione, e il sabato stava per cominciare / poi esse tornarono a casa e prepararono gli aromi e gli unguenti; e durante il sabato riposarono, secondo il comandamento” (Luca 23.54-56).
Il testo citato e tanti altri che incontriamo negli evangeli, ci fa capire che Gesú ed i suoi discepoli riposavano nel giorno di sabato, non soltanto loro, ma, tutti i giudei.
Quando Gesú è venuto al mondo,
"è stato sottoposto alla legge" (Galati 4.4), e questo vuol dire: sotto la maledizione della legge perchè: “Cristo ci ha riscatatti dalla maledizione della legge, essendo diventato maledizione per noi... / Tutti coloro che si fondano sulle opere della legge sono sotto la maledizione... ” (Galati 3.10-13).
Gli apostoli e tutti i giudei sono stati nati e hanno vissuti sotto il patto della legge: L`Antico Testamento, e hanno stati sotto la maledizione della legge (Galati 4-4), fino al giorno che hanno consegnato loro vita a Gesú Cristo.
L’Antico Testamento, è stato consegnato ad Israeli per patto religioso, ed essendo pure, la Costituzione Nazionale
(Esodo 34.10-27).
Però, Israeli non hà voluto restare sotto il governo di Dio (I Samuele 8.6-8). Violarono, non osservarono la legge de Dio (Geremia 31.31-32).
“santificate i miei sabati e siano un segno fra me e voi... / Ma i figli (di Israele) si ribelarono contro di me... / ...profanarono i miei sabati... / Perciò diede loro statuti non buoni e decreti per i quali non potevano vivere” (Ezechiele 20.20; 21.25).
Fino alla morte di Gesú di Cristo, il patto della legge stava in vigore, Il Antico Testamento. E per lui è stato adempiuto ognì esigenza della legge per istituire, Il Nouvo Tesamento.
“Poichè dove c`è un testamento, ci deve essere necessariamente anche la morte del testadore. / Il testamento infatti è valido solo dopo la morte di qualcuno, perchè non ha alcuna forza mentre vive ancora il testatore” (Ebrei 9.16-7).
“egli aggiunge: “Ecco, io vengo per fare, o Dio, la tua volontà”. Egli toglie il primo, per stabilire il secondo. / Per mezzo di questa volontà, noi siamo santificati mediante l`offerta del corpo di Gesú Cristo, fatta una volta per sempre” (Ebrei 10.9-10).
“Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete veramente liberi” (Giovanni 8.36).Il Signore Gesú Cristo, con sua vita, l’ubbidienza ed il suo sacrifício c`ha liberati della giogo e dalla maledizione della legge. “infatti,come per la disubbidienza di uno solo uomo molti sono stati costituiti peccatori, cosí ancora per l’ubbidienza de uno solo i molti saranno costituiti giusti” (Romani 5.19).
Però, oggì, dopo duemilla anni, tanti di coloro che si dicono cristianos, non hanno capito che il prezzo per la salvezza dell`uomo peccatore, é stato totalmente pagato da Gesú Cristo. Pertanto, non era possibile in quei giorni i discepoli e le donne capire la grandezza dello significato delle parole pronunciate da Gesú: “...È compiuto...” (Giovanni 19.30).
Così, continuarono fare il loro riposo nel sabato, sotto la legge come faceva la nazione giudaica. Dio, ha chiamato Saulo di Tarso, esperto della legge, e fatto di lui, (l`apostolo Paolo) dottore della abbondante Grazia di Cristo.
Gli apostoli radunati all`assemblea di Gerusalemme hanno messo in discussione:
“Ora dunque perchè tentate Dio, mettendo sul collo dei discepoli un giogo che né nostri padri né noi abbiamo potuto portare? / Ma noi crediamo di essere salvati mediante la grazia del Signore Gesú Cristo, e nello stesso modo anche loro” (Atti 15.10-11).
E, così, hanno deciso: “Infatti è aparso bene allo Spirito Santo e a noi di non imporvi alcun altro peso all`infuori di queste cose necessarie: / che vi asteniate dalle cose sacrificate agli idoli, dal sangue, dalle cose soffocate e dalla fornicazione; farete bene a guardarvi da queste cose. State bene” (Atti 15.28-29).
Allora, il motivo per qualcuno dire che osserva il sabato e che guarda la legge, è perchè non capisce che è seguace di una falsa dottrina, una eresia, e pure non capisce che già è condannato e perduto (Tito 3.9-11).
Perchè, se caso mai, una persona riuscire osservare la legge e santificare il sabato (uno solo, cosa impossibile), perchè, quando peccare un’altro giorno qualsiasi, ugualmente è trasgressore di tutta la legge (Giacomo 2.10).
“Noi dunque riteniamo che l`uomo è giustificato mediante la fede senza le opere della legge. / Poichè è manifesto che nessuno è giustificato mediante la legge davanti a Dio, perchè: “Il giusto vivrá per la fede” (Romani 3.28; Galati 3.11).
PROGETTO DI SALVEZZA
Ester Ferreira
Ref: Bibbia La Nuava Diodati - Revisione 1991    Edizione LA BUONA NOVELLA-BRINDISI
"Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3.16).
"...Poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio" (Romani 3.23).
"...Infatti il salario del peccato é la morte, ma il dono di Dio é la vita eterna in Cristo Gesú, nostro Signore" (Romani 6.23).
"Se dunque uno é in Cristo, egli é una nuova creatura, le cose vecchie sono passate; ecco, tutte le cose sono diventate nuove" (2 Corinzi 5.17).
"ma a tutti coloro che lo hanno ricevuto, egli ha dato láutoritá di diventare figli di Dio, a quelli cioé che credononel suo nome" (Giovanni 1.12).
"Ora dunque non vi é alcuna condanna per coloro che sono in Cristo Gesú, i quali non camminano secondo la carne ma secondo lo Spirito, perché la legge dello Spirito della vita in Cristo Gesú mi ha liberato della legge del peccato e della morte" (Romani 8.1-2).
"Poiché tutti quelli che sono condotti dallo Spirito di Dio sono figlio di Dio" (Romani 8.14).
"Quindi quelli che sono nella carne non possono piacere a Dio" (Romani 8.8).
"Se lo Spirito di Dio abita in voi, non siete piú nella carne ma nello Spirito. Ma se uno non ha lo Spirito di Cristo, non appartiene a lui" (Romani 8.9).
"La parola di Dio infatti é vivente ed efficace, piú affilata di qualunque spada a due tagli e penetra fino alla divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla, ed é in grado di giudicare i pensieri e le intenzioni del cuore" (Ebrei 4.12).
"Voi investigate le Scritture, perché pensate di aver per mezzo di esse vita eterna; ed esse sono quelle che testimoniano di me" (Giovanni 5.39).
"Gesú gli disse: Io sono la via, la verita e la vita, nessuno viene al Padre se non per mezzo di me" (Giovanni 14.6).
"Gesú disse: Togliete via la pietra. Marta, la sorella del morto, gli disse: Signore, egli puza gia, poiché é morto da quattro giorni” (Giovanni 11.39).
"Gesú le disse: Non ti ho detto che se credi, vedrai la gloria di Dio?" (Giovanni 11.40).
"In veritá, in veritá vi dico: Se il granel di frumento caduto in terra non muore, rimane solo; ma se muore, produce molto frutto" (Giovanni 12.24).
"Chi ama la sua vita la perderá, e chi odia la sua vita in questo mondo la conservará per la vita eterna" (Giovanni 12.25).
"...Conoscerete la veritá e la veritá vi fará liberi" (Giovanni 8.32).
"Se dunque il Figlio vi fará liberi, sarete veramente liberi" (Giovanni 8.36).
"Chi crede in me, come ha detto la Scritura, da dentro di lui sgorgheranno fiumi dácqua vivia" (Giovanni 7.38).
"E Simon Pietro gli rispose: Signore, da chi ce ne anfremo? Tu hai parole di vita eterna" (Giovanni 6.68).
"E noi abbiamo creduto e abbiamo conosciuto che tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente" (Giovanni 6.69).
  
Link è associato con questa pagina

MOTIVO PER OSSERVARE IL SABATO E LA LEGGE "MOTIVO PER OSSERVARE IL SABATO E LA LEGGE" (pdf)
  
----------------------------------------------------------------------------------

Potete richiedere il software supplementare osservare quell'articolo quale il Acrobat dell'adobe. TO Get FREE Acrobat Reader!   
Non lasciare andare via i prossimi discorsi!
LA GRAZIA E LA MISERICORDIA DI DIO
Pr. Evandro A. Ferreira
IL PREZZO È STATO PAGATO EN LA CROCE
Pr. Evandro A. Ferreira
LA CHIESA ED IL LEGALISMO RELIGIOSO
Pr. Evandro A. Ferreira
INIZIO

Para Acima  Sopra